casale_emplo

Enrico Casale

Enrico Casale Classe 1985, si forma attraverso workshop e laboratori con Ascanio Celestini, Lucio Caratozzolo, seminari sulle “tecniche” del Living Theatre con Cathy Marchand e Gary Brackett, regia e recitazione con Massimiliano Civica al Teatro della Tosse di Genova, Fabrizio Contri, Mara Baronti, Danio Manfredini, César Brie, e stage cinematografici col regista Giuseppe Ferlito.

Dal 2004 entra in diverse produzioni teatrali sia come attore (La finta giardiniera di W.A. Mozart , regia di Paolo Panizza; Uno studio per Marat-Sade, regia di Maurizio Lupinelli e Marat che debutta ad Armunia Teatro Festival) sia come aiuto regista (El corregidor y la molineira , regia di Antonio Salines).

Nel 2005 è regista e attore del docu-film “Il gatto di plastica” con interviste a Gianni Minà, Giulietto Chiesa, Michele Santoro, Ennio Remondino, Roberto Zaccaria, Silvano Agosti. Il film successivo è il lungometraggio La Cimice di Vladimir Majakovsky (2007).

Fonda nel 2007 la “Compagnia degli Scarti” e firma la regia di tutti gli spettacoli prodotti dal gruppo. Dall’aprile 2009 è impegnato nei progetto Accanto -Interventi per la coordinazione dell’integrazione scolastica e formativa delle persone con disabilità dove svolge il ruolo di “educatore teatrale” e regista degli spettacoli allestiti. Lavora inoltre come operatore teatrale presso lo IAL Toscana.

E’ aiuto regista e attore del film di Luigi Faccini Rudolf Jacobs L’uomo che nacque morendo, presentato alla Biennale del Cinema di Venezia nel 2011.